sabato 19 dicembre 2009

Albero della Vita


Nel grembo dell’oscurità,
nel letargo del freddo inverno,
nella notte più lunga dell’anno,
nel bosco incontrerò il mio Albero.

Lo adornerò di mele e di noci,
sacri frutti di saggezza e fertilità.
Lo decorerò con luci e sfere colorate,
per ringraziare gli Angeli miei guardiani.

Albero paziente mi hai aspettato,
Albero di Natale ci sei sempre stato.

Le tue radici affondano ben salde nel terreno,
un filo invisibile unisce la tua cima a una Stella.
Come un ponte fra Cielo e Terra
celebri lo scambio di energie possenti.

Albero della Luce sei tornato,
Albero della Vita non mi hai mai abbandonato!

Antonietta Righetti

6 commenti:

  1. Auguroni coccolosi a te... marilena
    p.s. sto provando a 'spatacare' per inserirmi tra i lettori con la foto...

    RispondiElimina
  2. hai spatacato bene... ci sei riuscita! evviva!
    un bacione e tanti auguri coccolosi anche a te.
    quanta neve c'è su in montagna?
    smak Anto

    RispondiElimina
  3. Bellissima poesia!
    Auguroni di cuore
    Tina

    RispondiElimina
  4. Ho appeso la tua poesia al mio Albero di Natale,
    e ha acquistato un nuovo e più profondo senso.
    Grazie e Buon Natale,
    Simona

    RispondiElimina
  5. Parole profonde e belle!
    Un abbraccio da cristina

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails