mercoledì 27 febbraio 2013

DIPINGERE CON LE MANI

MANI-FESTARE NOI STESSI 

Dipingere con le mani non ha niente a che fare con la cosiddetta pittura a dita che va tanto di moda oggi nelle scuole e nei centri ricreativi per l'infanzia e i prodotti che si trovano in commercio con la scritta colori a dita non sono altro che banalissime tempere vendute a un prezzo più alto del normale. La definizione “a dita” poi, mi fa sorridere e pare un invito a dipingere con la punta di un dito... quasi timidamente e stando attenti a non sporcarsi troppo.
Dipingere con le mani è invece un vero e proprio tuffo nel colore, una pittura coinvolgente, fisica, istintiva, catartica, totale!

Dipingere con le mani non è una tecnica artistica, in realtà non c'è niente da imparare, ne un modo giusto e uno sbagliato di fare. Dipingere con le mani è sostanzialmente un gioco e proprio per questo è estremamente semplice e accessibile a tutti.
Puoi utilizzare qualsiasi tipo di colore in pasta, tempere e acrilici sono perfetti. Puoi versare direttamente il colore dal flacone o intingerci le mani, a questo punto rilassati, appoggia entrambe le mani sul foglio e inizia a muoverle lentamente e liberamente. Se non sei abituato a dipingere in questo modo, è probabile che la tua mente si riempia di domande: «che sto facendo?» «sono ridicolo?» «adesso cosa devo fare?» «non so cosa dipingere»... Tranquillo stai solo giocando, non giudicarti e concediti la possibilità di sperimentare. Può aiutarti chiudere gli occhi qualche istante e concentrarti sul tuo respiro e sulle sensazioni che stai provando mentre le tue mani si muovono: il colore è bagnato, fresco, cremoso, fluido?... Ti procura piacere oppure fastidio?

Puoi seguire l'emozione del momento o sperimentare ogni possibile gesto e vedere che segno lascia. Percepisci il contatto prima dei polpastrelli poi con la mano aperta senti tutto il palmo e ancora chiudi il pugno, dipingi con le nocche, con il dorso, con le unghie, con la mano a taglio... Puoi sperimentare una pressione forte, un gesto impetuoso o un tocco leggero. Puoi sfiorare con delicatezza il dipinto, accarezzarlo, tamburellare giocosamente, battere con vigore, graffiare... Ogni gesto lascia la sua impronta unica e irripetibile: morbida, voluttuosa, fluida, sensuale... oppure incisiva, tribale, penetrante... Ogni segno è espressione tangibile di un'emozione, di una parte di noi.

Le mani hanno una loro antica memoria, se le lasci libere di danzare sul foglio sembrano quasi dipingere da sole, sanno come muoversi, sanno che ritmo prendere... Le mani hanno un filo diretto con la nostra parte più autentica e profonda, ci collegano alla nostra sorgente creativa. Dipingi con le mani e la creazione scaturirà direttamente dal cuore senza passare per la testa, spontaneamente, intuitivamente, naturalmente!

2 commenti:

  1. Ciao Antonietta, condivido moltissimo quello che hai scritto. Esprimersi in questo modo è molto importante, aiuta a ri-trovare le proprie emozioni.
    Bellissimo...complimenti!
    Cristina
    http//bambinicoloriemozioni.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Cristina, grazie per i complimenti. Ho dato uno sguardo veloce al tuo blog, mi piace molto!!! Tornerò spesso a leggerti e appena ho 5 minuti ti inserisco tra i blog che seguo. Complimeti anche a te!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails